Ambulatorio di Ematologia

L’anemia da carenza di ferro (detta anche anemia sideropenica) è la tipologia più comune di anemia.

E’ causata generalmente da un ridotto livello di ferro depositato nell’organismo, per scarso apporto con il cibo ovvero per riduzione dell’assorbimento, ovvero per perdite ematiche (in genere occulte/croniche), livello che interferisce sulla corretta produzione dell’emoglobina, una proteina presente sulla superficie dei globuli rossi, con conseguente riduzione della capacità di trasportare l’ossigeno ai tessuti del nostro organismo.

Tra le cause principali: le emorragie acute o croniche, lo scarso apporto attraverso gli alimenti ricchi di tale sostanza, scarsa capacità di assorbimento (in concomitanza con malattie del tratto digerente quali gastriti croniche, morbo di Chron, celiachia, ecc), la gravidanza nei casi in cui la gestante inizia già con livelli ridotti di ferro nel proprio organismo), interventi chirurgici importanti che escludono parte del tratto digerente interessato all’assorbimento del ferro stesso.

La sintomatologia può variare da disturbi lievi o trascurabili, fintanto che i depositi di ferro a livello soprattutto del fegato riescono a compensarne la carenza, fino a sintomi importanti quali stanchezza, pallore della cute, irritabilità, insonnia, vertigini e/o cefalee, fragilità delle unghie e dei capelli, tachicardia, ecc.

Lo specialista ematologo può indirizzare la ricerca della/e eventuale/i causa/e attraverso esami ematochimici e strumentali in funzione della storia clinica e dei disturbi del paziente, oltre che a fornire uno specifico supporto terapeutico farmacologico volto a ripristinare nel più breve tempo possibile le riserve carenti dell’organismo ed alla risoluzione della sintomatologia.


Prenota la tua visita specialistica con il nostro ematologo contattando il centralino al numero 06/87.153.294